Loading...
Territorio /
Le Malghe di Porzus

Le malghe di Porzus - L'eccidio

L'Eccidio di Porzûs fu uno degli episodi più controversi della Resistenza italiana: l'esecuzione capitale di alcuni componenti della Brigata Osoppo, formazione di orientamento cattolico e laico-socialista, da parte di alcuni partigiani gappisti, partigiani alle dirette dipendenze del PCI.
Fu una vicenda complessa e tragica, del periodo resistenziale italiano, la quale ancora ancora fa discutere. Gli attori di questo scontro operarono nel contesto storico degli ultimi mesi di guerra, in cui le potenze in gioco stavano decidendo i successivi confini politici della regione (la prospettata "Zona Libera Orientale") e le sfere di influenza degli Alleati a seguito dei quasi contemporanei Accordi di Yalta, nel quale si inserirono rigidità militari (passaggio dei garibaldini della Garibaldi-Natisone agli ordini del IX Corpus sloveno) ed ideologiche (ambiguità dei rapporti tra il PCI e la Lega dei Comunisti di Jugoslavia). Il dramma è tuttora oggetto di studio e di riflessione.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie presenti sul Portale.
Ulteriori informazioni