Loading...
Porzùs /
Chi siamo

La Storia
Porzus degli Slavi

Borgo noto come Porzus degli Slavi per la presenza di parlanti Slavofoni “Po Náscen” fu citato per la prima volta nel 1170, nel XIII passò sotto la giurisdizione degli Attemes; dal XIV sino al XVII era sotto il gastaldo patriarcale di Trigesimo e nel1753 passo alla Fam. Zanchi Locatelli.
La frazione è formata da quattro borghi rurali che si sono sviluppati attorno alla chiesa di San Giovanni Battista e S. Lucia:
Balluscum Borg – Borg Rop – Borgo Pod Brza – Borgo Cras.
Dopo il sisma del 1976, il paese ha subito un significativo cambiamento urbano.
La rimozione di vecchi edifici rurali fatti a mano e tutti in pietra locale, prevalentemente stalle e fienili, pericolanti ha mutato gli antichi borghi : rimangono visibili strutture rurali significative a testimonianza di un passato tipicamente rurale.
La chiesa è il nucleo più antico del paese: l’apside risale al 1477 è è opera del maestro Andrea da Skofja Loka (autore della chiesa di san Giovanni d’Antro ) e del suo aiutante Maestro Jacob.
L’isolamento della frazione di Porzus era tale che nel 1951 esattamente il 14 aprile iniziarono i lavori, interamente a mano da parte anche della gente del paese, per la costruzione della strada di collegamento con Attimis.
Precedentemente a mano era stato scavato sia l’acquedotto(tuttora l’acqua sgorga da una sorgente e fornisce le famiglie del paese) sia i collegamenti per l’elettricità.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie presenti sul Portale.
Ulteriori informazioni